Il vaso a forma di ditale, by Vito Nesta

vaso_ditale_4



Prendere un oggetto e dargli un nuovo significato, un nuovo senso. E’ questo uno dei compiti del designer che, oltre che a creare opere dal nulla, rivaleggiando con il demiurgo platoniano, si trova a riutilizzare oggetti e strumenti appartenenti al passato, per conferire loro nuova definizione e funzione. Ed è proprio ciò che ha fatto Vito Nesta, giovane designer d’interni nato artisticamente nelle aule fiorentine di Industrial Design. Vito Nesta ha ripreso il classico ditale da cucito, per trasformarlo in qualcosa di nuovo, operando un salto mentale che infrange i limiti di ciò che è considerato tradizione.

Il vaso a ditale. Designer: Vito Nesta.






Il ditale (per dare qualche info utile) è un oggetto usato da millenni, con forme differenti a seconda del tipo di stoffa o tessuto da cucire, e che si è adeguato nel corso del tempo alla struttura dell'ago. Con il trascorrere delle epoche il ditale ha assunto su di sè poi lo status di oggetto ornamentale e, più recentemente, è diventato un vero e proprio gioiello da esibire con grazia, sul quale riportare disegni, scritte, motti, in smalto o porcellana. Da lì, il salto a diventare un oggetto da collezione è assai breve. E' solo nell'Ottocento che inizia la produzione di massa, con la diffusione nelle case. 
Ordunque, Vito Nesta riprende quest'oggetto cosi geometrico e cosi ricco di storia per conferirgli un'altra identità, reinventando la forma del ditale per creare un vaso per le piante, di cui il nome "inDITO".
InDito e' un vaso in ceramica, dalle diverse cromie, che riprende fedelmente l'oggetto di cui sopra e, con un formato più grande, diventa un complemento d'arredo poetico ed ironico.

Per ulteriori info su questo vaso a forma di ditale, clicca QUI.
Il vaso a forma di ditale, di Vito Nesta
Il vaso a ditale. Designer: Vito Nesta.
Il vaso a forma di ditale, di Vito Nesta
Il vaso a ditale. Designer: Vito Nesta.
Il vaso a forma di ditale, di Vito Nesta
 
 
 
Per maggiori dettagli su questo vaso a forma di ditale, QUI.
 
 
 
 
 

articoli correlati





There are no comments

Add yours